20 settembre 2017

Saranno concesse venerdì prossimo, 22 settembre, le autorizzazioni  per l’assegnazione del diritto d’uso di 100 Mhz nella porzione di spettro 3.6-3.8Ghz  per la sperimentazione del 5G in 5 città.

Si tratta dell’ultimo significativo passaggio prima dell’avvio della sperimentazione della tecnologia mobile di V generazione che segue di qualche giorno la conferma della classifica dei migliori progetti,  a cui nel corso delle ultime settimane sono stati richiesti e apportati correttivi e miglioramenti.

Sulla base del bando Mise per accelerare la fase di sperimentazione della tecnologia 5g e dei servizi ad essa collegati Vodafone Italia opererà a Milano, Wind Tre-Open Fiber a Prato e L’Aquila, Telecom Italia-Fastweb-Huawei Technologies Italia a Bari e Matera. La sperimentazione andrà avanti fino al 2020.

Con l’approvazione definitiva dei  progetti vincitori, si è conclusa oggi  la procedura di selezione avviata dal Mise con la pubblicazione del bando pubblico del  16 marzo relativo alla sperimentazione del  5G in 5 città. Dopo la pubblicazione ai primi di agosto della graduatoria dei progetti da parte della Commissione esaminatrice, il 6 settembre è stata avviata la procedura negoziata per i progetti selezionati per ciascuna delle aree territoriali scelte per la sperimentazione.


Per maggiori informazioni si rimanda al seguente link.