9 maggio 2017

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha ratificato oggi l’accordo operativo con la Regione Sardegna sulla banda ultra-larga. La Sardegna è una delle regioni che fa parte del terzo e ultimo bando di gara, nell’ambito del piano strategico banda ultralarga, per portare la rete pubblica nelle aree prive di connettività veloce.

L’investimento complessivo nelle aree bianche, cioè le aree a fallimento di mercato, sarà di circa 83,3 milioni di euro di cui circa 66,7 milioni provenienti da fondi regionali FESR, 16,2 milioni da fondi regionali FEASR e 306.485,00 euro dal Fondo Sviluppo e Coesione.

Gli investimenti garantiranno i 30 mbps nelle aree del cluster D e i 100 megabit in almeno il 70 per cento delle zone del cluster C.

La banda ultra-larga sarà messa a disposizione di poco meno di 222.000 abitanti per un totale di oltre 191 mila unità immobiliari in 77 comuni.

Sono stati altresì predisposti gli schemi di Convenzione fra il Ministero dello Sviluppo economico, la Regione, Infratel e i comuni e province interessate per agevolare l’iter autorizzativo relativo alla realizzazione delle infrastrutture in banda ultra-larga.