15 novembre 2017

Vuoi la fibra e cerchi casa? Trova il bollino che certifica che il tuo edificio è predisposto alla banda ultralarga.
Nel corso dell’evento di apertura di Smart Builing Expo 2017, oggi a Milano è stata presentata dal Ministero dello Sviluppo Economico l’etichetta volontaria, prevista dall’art. 135 bis del Testo Unico dell’edilizia, che consentirà di riconoscere gli edifici “broadband ready”.

In applicazione alle norme dello Sblocca-Italia e del Dl 33/2016 volute dal governo, sia gli edifici di nuova costruzione che quelli soggetti a profonda ristrutturazione devono essere equipaggiati con un’infrastruttura ottica. L’etichetta rappresenta uno strumento in più per cittadini e imprese per conoscere la cablatura dei propri immobili proprio in un momento in cui lo sforzo infrastrutturale del paese, grazie al Piano Banda Ultralarga, sta dando una risposta alle esigenze di connessione a tutta la popolazione.

Nel corso della manifestazione Anitec-Assinform, Confindustria Digitale, Assimprendil Ance, insieme a Mise e Anci, hanno presentato anche la guida alla predisposizione degli edifici alla connessione in banda ultralarga.