29 novembre 2017

“La sperimentazione del 5G in 5 città deve essere un traino per tutto il paese affinchè l’Italia non sia un mercato attraversato da servizi altrui, ma sia protagonista del futuro”. E’ quanto ha dichiarato oggi nel corso del Roadto5G che si è tenuto oggi all’Aquila il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Antonello Giacomelli, che ha ricordato come per l’Aquila la sperimentazione del 5G costituisca un’occasione di crescita: “La capacità di sviluppo e di ricerca sul territorio troveranno nella fibra un’opportunità di ripartenza”.

In collaborazione con le principali Università dei territori interessati – a cominciare dall’Università dell’Aquila, dal Pin di Prato e dall’Università di Firenze – e con realtà industriali sia nazionali sia radicate nel contesto locale, Open Fiber e Wind Tre che hanno vinto per Prato e L’Aquila il bando del Mise per la sperimentazione del 5G fino al 2020 hanno illustrato i principali servizi che intendono sviluppare con le nuove tecnologie mobili di V generazione.

La presentazione di oggi – che segue quella dello stesso consorzio a Prato e di un altro consorzio a Bari e Matera – ha visto la partecipazione, tra gli altri, del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, del presidente e dell’Ad di Open Fiber, Bassanini e Pompei, e dell’ad di Wind Tre Hedberg. Le conclusioni sono state a cura del sottosegretario allo Sviluppo Economico, Giacomelli.