3 marzo 2020

A Perugia l’Assessore regionale allo sviluppo economico e innovazione digitale, Michele Fioroni, ha incontrato Eleonora Fratesi, Presidente di Infratel Italia – società in house del Mise – il Direttore Generale di Infratel, Salvatore Lombardo e, per Open Fiber, la responsabile degli affari istituzionali territoriali, Nadine Chirizzi e il regional manager Vito Magliaro.

Al centro della riunione l’attuazione del Piano banda Ultralarga in Umbria. Nel corso del vertice è stato ribadito l’impegno di Infratel, soggetto attuatore dei Piano governativo che riguarda 78 dei 92 comuni umbri, ad accelerare la realizzazione della rete nelle “aree bianche”, le zone cioè dove non è previsto l’arrivo di operatori privati .
I comuni nei quali i cantieri sono stati aperti sono 75, cioè il 96% del totale.

Infratel, che ha rinnovato il cda da poche settimane, è impegnata in una nuova strategia per imprimere una forte velocizzazione al Piano Bul: rafforzare il controllo sui cantieri, esercitare le verifiche sulle attività di Open Fiber per sollecitare il rispetto delle tempistiche previste nei contratto, ma anche avvio di tavoli di lavoro con la concessionaria, che si è aggiudicata i bandi per eseguire l’infrastruttura, per snellire procedure, ostacoli burocratici e risolvere criticità che possono rallentare la progettazione e l’esecuzione dei lavori.
“Mai come oggi” – ha sottolineato la Presidente di Infratel Eleonora Fratesi – ” risulta evidente come le infrastrutture digitali siano una risorsa fondamentale per i cittadini e una leva competitiva per le aziende del territorio”.