Piano Voucher Fase II Imprese – FAQ

Le risposte alle domande più frequenti.

1. In cosa consiste la misura Voucher di Fase II per le Imprese?

Il Voucher di Fase II è dedicato alle imprese e alle persone fisiche titolari di partita IVA che esercitano, in proprio o in forma associata, una professione intellettuale (articolo 2229 del Codice civile) o una delle professioni non organizzate (legge 14 gennaio 2013, n. 4). La misura consiste in un’agevolazione in forma di contributo per la connettività a banda ultralarga, a copertura di parte dei costi del contratto, inclusi i costi di attivazione e i canoni mensili per la connettività.

2. Come si accede al voucher?

I beneficiari consultano l’elenco degli operatori accreditati pubblicato sul portale https://bandaultralarga.italia.it/scuole-voucher/progetto-voucher-fase-ii/ e scelgono l’Operatore di loro interesse, che sottopone ai richiedenti del voucher la modulistica necessaria e si occupa della trasmissione ad Infratel Italia per l’istruttoria della domanda.

3. Il voucher può essere attivato in tutte le regioni?

La misura intende incentivare la fruizione di servizi a banda ultralarga su tutto il territorio nazionale. È possibile, pertanto, attivare il voucher senza limitazioni territoriali, permettendo l’accesso all’agevolazione ai beneficiari risiedenti in tutte le regioni.

4. È possibile verificare quante risorse sono ancora disponibili per la richiesta dei voucher o sapere se le risorse sono esaurite su una specifica regione?

Infratel Italia pubblica sul portale https://bandaultralarga.italia.it/scuole-voucher/voucher-imprese/ l’ammontare delle risorse disponibili per l’attivazione dei voucher, su base regionale, con aggiornamenti quotidiani.

5. Chi può beneficiare del voucher?

Per accedere al voucher, le imprese devono essere regolarmente iscritte al Registro delle Imprese REA, avere una dimensione micro, piccola o media secondo quanto previsto dalla Raccomandazione della Commissione europea del 6 maggio 2003 e dal Decreto ministeriale 18 aprile 2005, devono essere in situazione di regolarità contributiva e non devono aver già usufruito del contributo. Possono accedere alla misura voucher anche le persone fisiche titolari di partita IVA che esercitano, in proprio o in forma associata, una professione intellettuale ai sensi dell’art. 2229 del Codice civile, ovvero una delle professioni non organizzate di cui alla legge 14 gennaio 2013, n.4.

6. Posso accedere al voucher se sono un libero professionista?

A seguito della modifica del Decreto del Ministro dello sviluppo economico, pubblicato in Gazzetta ufficiale n. 116 del 19 maggio 2022, la platea dei beneficiari del voucher connettività è stata estesa alle persone fisiche titolari di partita IVA che esercitano, in proprio o in forma associata, una professione intellettuale ai sensi dell’art. 2229 del Codice civile, ovvero una delle professioni non organizzate di cui alla legge 14 gennaio 2013, n. 4.:
Elenco Professioni regolamentate e autorità competenti – impresainungiorno.gov.it
Professioni non organizzate – Elenco delle associazioni professionali (Legge n.4/2013)
Solo nel caso in cui il beneficiario titolare di partita IVA ricada in una di queste casistiche è pertanto possibile accedere al voucher.

7. Se l’impresa beneficiaria ha più sedi dove può usufruire del voucher?

Il voucher può essere attivato una sola volta presso una delle sedi dell’impresa (Legale oppure Operativa), a scelta di quest’ultima purché presente nella visura camerale (in caso di iscrizione al REA).

8. Cosa succede al voucher se non viene attivato entro i termini previsti?

L’operatore ha a disposizione 90 giorni solari (120 nel caso di richiesta di contributo di rilegamento) per attivare il servizio ed il relativo voucher a partire dalla data di prenotazione. Se questo non viene attivato entro i termini di prenotazione previsti, la domanda viene annullata automaticamente. Sarà poi possibile presentare una nuova domanda di ammissione alla misura, anche presso un diverso operatore.

9. Cosa posso fare se l’operatore con cui ho presentato la domanda non può attivare il servizio?

Prima di poter presentare una eventuale nuova domanda di ammissione alla misura è necessario chiedere all’operatore con cui si è siglato il contratto di disdire la prenotazione sul Portale Voucher. Successivamente sarà possibile accedere alla misura tramite un altro operatore accreditato a propria scelta.

10.Prima di accedere al voucher, cosa devo verificare sulla Broadband Map AGCom?

Prima di accedere al voucher è necessario verificare che la velocità di Download del nuovo contratto sia uguale o migliorativa rispetto a quella presente sulla Broadband Map AGCom al civico di interesse.

11. Che tipologia di voucher è possibile richiedere?

È possibile richiedere una delle quattro tipologie di voucher previste, che differiscono per durata (18 mesi per voucher A1, A2 e B oppure 24 mesi per voucher C) e prestazioni. L’importo dei voucher può variare da un minimo di 300 € ad un massimo di 2.500€ in base al tipo di voucher e all’eventuale richiesta di contributo di rilegamento all’edificio.

12. Quando è possibile richiedere un voucher A1?

È possibile richiedere un voucher A1 se non vi è nessun contratto preesistente oppure se il contratto preesistente ha velocità di Download < 30 Mbit/s. Il nuovo contratto dovrà offrire una velocità Download compresa tra 30 Mbit/s e 300 Mbit/s. Non è prevista in questo caso Banda Minima Garantita.

13. Quando è possibile richiedere un voucher A2?

È possibile richiedere un voucher A2 se non vi è nessun contratto preesistente oppure il contratto preesistente ha velocità di Download < 300 Mbit/s. Il nuovo contratto dovrà offrire una velocità Download compresa tra 300 Mbit/s e 1 Gbit/s. Non è prevista in questo caso Banda Minima Garantita.

14. Quando è possibile richiedere un voucher B?

È possibile richiedere un voucher B se non vi è nessun contratto preesistente oppure il contratto preesistente ha velocità di Download ≤ 1 Gbit/s. Il nuovo contratto dovrà offrire una velocità Download compresa tra 300 Mbit/s e 1 Gbit/s. La Banda Minima Garantita del nuovo contratto dovrà essere pari almeno a 30 Mbit/s.

15. Quando è possibile richiedere un voucher C?

È possibile richiedere un voucher C se non vi è nessun contratto preesistente oppure il contratto preesistente ha velocità di Download ≤ 1 Gbit/s. Il nuovo contratto dovrà offrire una velocità Download superiore a 1 Gbit/s. La Banda Minima Garantita del nuovo contratto dovrà essere pari almeno a 100 Mbit/s.

16. È possibile usufruire del voucher se si dispone già di un servizio di connettività Ultrabroadband?

È possibile accedere alla misura anche nel caso in cui si usufruisca già di un servizio di connettività Ultrabroadband purché il servizio offerto dall’operatore scelto, tra gli operatori accreditati, sia migliorativo rispetto al servizio del contratto preesistente in termini di velocità di Download e/o Banda Minima Garantita. Il servizio offerto dovrà inoltre rispettare il criterio della migliore prestazione al civico (AGCom Broadband Map).

17. Quando è possibile chiedere il contributo di rilegamento?

Il contributo di rilegamento viene riconosciuto a fronte di costi di rilegamento sostenuti per l’attivazione del singolo accesso, che ne beneficia in maniera esclusiva, fino ad un massimo di 500€ nei seguenti casi:
1) Per i voucher A2 se la velocità in Download = 1 Gbit/s
2) Per i voucher B se la velocità in Download = 1 Gbit/s
3) Per i voucher C se la velocità in Download > 1 Gbit/s
Tali costi sono ammissibili solo per raggiungere la sede di impresa con una connettività superiore rispetto a quanto disponibile al momento della prenotazione, come risultante da AGCom Broadband map. Non sono ammessi contributi di rilegamento se il nuovo contratto è della stessa velocità di connessione già disponibile sulla AGCom Broadband map.

18. Il voucher copre anche l’IVA oppure questa deve essere corrisposta a parte dal Beneficiario?

Il voucher, sia per la connettività che per l’eventuale contributo di rilegamento, non può coprire l’IVA, che deve essere corrisposta dal Beneficiario.

19. Cosa può essere coperto dal contributo voucher?

I costi ammissibili sono il canone mensile, i costi standard di installazione e l’apparecchiatura terminale (CPE) di cui l’utente necessita per l’accesso ai servizi a banda larga.

20. Fino a quando è possibile richiedere il voucher?

Il Piano Voucher per le imprese, inizialmente previsto in scadenza a dicembre 2022, è stato prorogato fino al 31 dicembre 2023, salvo esaurimento delle risorse stanziate, a seguito di Decisione della Commissione europea del 6 dicembre 2022.

21. Gli enti del Terzo Settore possono beneficiare del voucher?

Le organizzazioni che svolgono attività di interesse generale e perseguono finalità di solidarietà sociale senza scopo di lucro, compresi gli Enti del Terzo Settore, non possono beneficiare del voucher connettività.

22. In caso di trasloco della linea è possibile mantenere il voucher?

In caso di trasloco della linea presso altra sede legale/operativa è possibile mantenere il voucher attivato, purché la nuova sede risulti in visura, oppure, in caso di liberi professionisti, questa coincida con uno dei luoghi in cui effettivamente viene svolta l’attività imprenditoriale.


Per maggiori informazioni
Per eventuali richieste di chiarimenti è possibile trasmettere una mail a info@infratelitalia.it inserendo nell’oggetto “voucher”.